Tempo di lettura: 2 minuti

La lettura ottica per una gestione intelligente di magazzino e inventario

 

Una corretta gestione del magazzino può risultare di vitale importanza nel business di un’attività commerciale e utilizzando strumenti adeguati, si possono evitare perdite di tempo e dannosi errori. Altrettanto vale per l’inventario, una procedura delicata, attraverso la quale viene accertata l’esistenza di beni in un determinato luogo e ad una data definita e che può corrispondere a un blocco delle attività che, se prolungato, può avere un peso economico rilevante. Tuttavia anche un procedimento complesso come quello dell’inventario può diventare più rapido e preciso grazie all’aiuto di programmi software dedicati, che non richiedono particolari conoscenze o attrezzature  informatiche, ma sfruttano gli strumenti già presenti in ufficio. Grazie all’evoluzione delle tecnologie informatiche è possibile oggi implementare nel lavoro di tutti i giorni soluzioni pratiche, in grado di mettersi in comunicazione con l’interfaccia dei nostri computer e di permetterci di svolgere operazioni che fino ad ora risultavano lunghe e noiose, in modo veloce e senza la possibilità di errori. Gran parte dei piccoli imprenditori, avendone compreso l’importanza, ha già cominciato ad investire nella verifica, nel perfezionamento dei processi e nell’aggiornamento delle utility, mettendo così in atto una riorganizzazione per il miglioramento, l’efficienza e l’innovamento tecnologico, aumentando i profitti e offrendo ai propri clienti un servizio migliore.

 

I rischi di un’approssimativa gestione del magazzino

La cattiva gestione dei flussi di informazioni d’origine e di destinazione delle merci, è decisamente controproducente: l’uso diffuso di macchinosi fogli di calcolo comporta la possibilità di errori di battitura, il rischio della perdita o della cancellazione accidentale di dati e l’impossibilità di creare un collegamento, se non attraverso un lavoro di trascrizione manuale, tra i documenti cartacei di magazzino e i database dinamici dei file d’archivio. Abitudini purtroppo consolidate, che comportano un’inutile dispendio di energia e l’impossibilità di dedicare tale sforzo alla produzione del guadagno. I documenti cartacei, non solo necessari ai fini fiscali ma anche utilissima fonte di dati, se non sfruttati nella maniera corretta, si accumulano in obsoleti e voluminosi archivi, occupando spazio prezioso e rendendo la ricerca delle informazioni lenta e difficoltosa.

 

Ottimizzare il lavoro attraverso una scelta tecnica semplice: l’uso di software per la lettura ottica dei documenti

Per organizzare un database efficiente e raccogliere le informazioni in modo automatizzato, sono oggi disponibili programmi di lettura ottica dei documenti, che grazie al semplice ausilio di uno scanner, sono in grado di integrare rapidamente i dati riportati sulla carta, elaborarli e restituire importanti informazioni di natura numerica o statistica sullo stato quantitativo e qualitativo delle merci. I supporti cartacei sono progettabili in base alle proprie esigenze, compilabili manualmente e successivamente, grazie alla lettura ottica, facilmente interpretabili da computer. Non sarà più necessario trascrivere tutte le informazioni manualmente attraverso tastiera, basterà inserire le schede nello scanner e i dati migreranno automaticamente dal supporto cartaceo a quello digitale, andando ad aggiornare, per esempio, l’inventario delle merci. Un metodo più semplice e intelligente di gestire la propria merce, che restituisce velocemente risultati precisi e di qualità superiore e che permette di salvare tempo e denaro.

Indice dell'articolo

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Hai bisogno di informazioni?
Ales sarà lieta di illustrarti ancora meglio il proprio servizio